Sardegna a Pasqua


You are here:
3/9 aprile 2021
7 giorni (6 notti)
Milano
  1. 11° g. 3 apr. Sabato Santo - Milano Linate / Cagliari (*)

    Un primo impatto: il periodo nuragico, il Medio Evo pisano, la sistemazione ottocentesca.
    Ore 13.00 ritrovo a Linate, imbarco e partenza per Cagliari, capoluogo della Regione e città ricca di storia, affacciata sull’omonimo golfo. Arrivo, incontro con la guida e inizio delle visite: ingresso al museo archeologico nazionale (quartiere di Castello) per ammirare le statue di Mont’e Prama, unici esempi di statuaria in pietra del periodo nuragico (900-700 a.C.) e i bronzetti nuragici che danno un’idea di questa cultura. Passeggiata in discesa nel quartiere, con visita alla Cattedrale di Santa Maria Assunta. Al termine, vista del suggestivo panorama su Cagliari dal Bastione di Saint Remy. Trasferimento e sistemazione in albergo, cena e pernottamento. (*) Città “di pietra, nuda e in salita, simile a una Gerusalemme bianca”, così nel 1921 la descrisse lo scrittore David H. Lawrence.

  2. 22° g. 4 apr. Domenica di Pasqua - Cagliari - Barumini (69 km) / Cagliari

    Tre modi per incontrare il periodo nuragico e i suoi riti
    Colazione e partenza per visitare la splendida zona archeologica nuragica di Barumini del XII secolo a.C. (Patrimonio UNESCO), Proseguimento per Santa Vittoria di Serri (22 km) e visita al santuario nuragico, alla chiesa campestre, con vista stupenda della Giara. Partenza per Pranu Muttedu di Goni, la Stonehenge sarda. Pranzo in ristorante e visita del sito. Rientro a Cagliari e giro panoramico in pullman. Ingresso al Santuario di Nostra Signora di Bonaria e Santa Messa. Cena e pernottamento in albergo.

  3. 33° g. 5 apr. Lunedì dell’Angelo - Cagliari - Penisola del Sinis / Oristano

    Il mare, i Fenici, i Romani, i Bizantini e l’ultimo periodo di indipendenza della Sardegna
    Colazione, carico valigie e partenza per l’imponente Basilica di S. Giusta, una delle più belle chiese della Sardegna, che conserva intatta l’architettura romanico-pisana del XII sec. (93 km). Proseguimento verso la penisola del Sinis (20 km). Visita alla Chiesa di San Giovanni di Sinis e, se possibile, all’ipogeo di S. Salvatore. Pranzo in ristorante sul mare. Visita agli scavi di Tharros. Trasferimento ad Oristano (24 km) e visite a:
    Cattedrale di S. Maria Assunta, Chiesa di San Francesco, Chiesa del Carmine, Torre di Mariano II. Sistemazione in albergo e cena. Passeggiata serale libera per il centro storico di Oristano. Pernottamento.

  4. 44° g. 6 apr. Martedì - Oristano - Tinnura - Bosa / Alghero

    Bosa: l’unica città sarda sul fiume e Alghero: il mondo catalano
    Colazione, carico valigie e partenza per Tinnura (55 km). Breve sosta per visitare i murales del paesino. Prosecuzione per Bosa (10 km), borgo medievale unico in Sardegna. Arrivo e visita: Chiesa di San Pietro extra muros (il più antico edificio romanico della zona), Cattedrale dell’Immacolata Concezione; Sas Conzas: il museo Civico delle Conce; l’imponente il Castello dei Malaspina sul colle di Serravalle. Pranzo in ristorante. Trasferimento ad Alghero, in cui ancora oggi si parla il catalano: passeggiata nel centro storico (cattedrale, torri e bastioni spagnoli, ecc.). Trasferimento in albergo, sistemazione, cena e pernottamento.

  5. 55° g. 7 apr. Mercoledì - Alghero - Saccargia - Sorres / Nuoro

    Le chiese romaniche e le tradizioni sarde
    Colazione, carico valigie e partenza per visitare la Basilica della Santissima Trinità di Saccargia, XII secolo (52 km), in stile romanico pisano. Sosta ad Ardara (21 km) per visitare un gioiello: la chiesa di Nostra Signora del Regno. Trasferimento a Borutta (20 km) e ingresso al monastero benedettino San Pietro di Sorres; eventuale incontro con i monaci. Pranzo al ristorante o al monastero. Partenza per Nuoro (86 km) e visita della città. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

  6. 66° g. 8 apr. Giovedì - Nuoro - Oliena - Orgosolo - Orani / Nuoro

    Il mondo dei pastori, le tradizioni, la rilettura di un artista moderno
    Colazione e partenza per Oliena (19 km); sosta alla Sorgente “Su Gologone”. A Orgosolo (25 km) si ammireranno i famosi murales. Pranzo presso i pastori. Partenza verso Orani (26 km). Visita al museo Nivola, dedicato all’arte contemporanea e alle tradizioni popolari. Prosecuzione per uno dei più frequentati santuari della Sardegna: Nostra Signora di Gonare (8 km). Celebrato da Grazia Deledda e altri artisti, è posto su un massiccio montuoso da cui si gode una vista spettacolare. Partenza per Nuoro (20 km). Sistemazione, cena e pernottamento in albergo.

  7. 77° g. 9 apr. Venerdì - Nuoro - Posada - Olbia / Linate

    Un borgo piccolo, una storia lunga
    Colazione, carico valigie e partenza per visitare Posada (60 km), borgo medioevale della Baronia, affacciato sul mare e arroccato su una rupe che offre scorci incantevoli, dominato dal Castello della Fava. Pranzo e trasferimento all’aeroporto di Olbia (43 km). Dopo le operazioni di imbarco, partenza del volo per Milano alle ore 17.10. Arrivo previsto ore 18.15.

1.490€ a persona in camera doppia

Chiama un nostro operatore

Dal lunedì al venerdì
9-13 e 14-18

0039 02-7259931