Viaggio nel Rinascimento


You are here:
31 agosto / 4 settembre 2021
5 giorni (4 notti)
Milano
  1. 11° giorno 31 Agosto Ferrara

    Pasti inclusi: cena
    Partenza da Brescia, Bergamo e Milano per Ferrara. La città estense fu una delle prime ad “aprirsi” alla cultura rinascimentale. Gli Este si circondarono di grandi personalità artistiche e iniziarono un grande riassetto urbano per rinnovare la città. L’abitato medievale, caratterizzato da alte mura e tortuosi vicoli, cambiò volto, dotandosi di grandi viali e nuovi quartieri che cercavano armonia tra gli edifici: questa grande opera urbanistica si chiama “Addizione Erculea”, dal nome del committente Ercole I. Arrivo e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio la visita inizierà con l’osservazione della facciata della cattedrale di San Giorgio, (1135) di stile romanico con bassorilievi di storie bibliche poi la visione esterna del castello Estense. L’itinerario proseguirà “a spasso” per il grande Corso Ercole I così da comprendere appieno il grande sforzo urbanistico e visita a Palazzo Diamanti, fulcro dell’addizione Erculea, della pinacoteca nazionale ed in particolare alle opere di Ercole De Roberti, Cosmè Tura, Dosso Dossi. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

  2. 22° giorno 01 Settembre Ferrara/Firenze

    Pasti inclusi: colazione, cena
    Colazione e prosecuzione della visita con due “delizie” il palazzo di Schifanoia che Borso d’Este tra il 1450 ed il 1471, in vista della nomina a Duca, fece abbellire con il ciclo di affreschi dei Mesi complesso ciclo pittorico che celebra la casa d’Este e il ciclo della natura. Autore, certo, di una parte degli affreschi è Francesco del Cossa degli altri pittori ci sono studi e attribuzioni. Visita poi della palazzina di Marfisa, nipote di Lucrezia Borgia. Pranzo libero e partenza per Firenze. La città, al contrario di Ferrara, non ebbe un elaborato intervento urbanistico in epoca rinascimentale. Molti degli edifici presenti hanno un’impronta stilistica gotica ove è possibile notare aggiunte rinascimentali. La visita sarà dedicata esclusivamente all’arte architettonica e per comprendere al meglio le differenze la attenzione focalizzerà sulle strutture architettoniche di tre palazzi fiorentini: palazzo Medici – Riccardi, palazzo Strozzi e palazzo del Bargello. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

  3. 33° giorno 02 Settembre Firenze

    Pasti inclusi: colazione, cena
    Visita di piazza Duomo, esempio cardine del “dialogo” tra stili differenti. La cattedrale, ha una struttura gotica ove, però, si innesta perfettamente la cupola del Brunelleschi di modernità costruttiva rinascimentale. Visita completa del Duomo Santa Maria del Fiore e del Battistero. Visita poi di Santa Maria Novella esempio della comunione stilistica attuata nel capoluogo toscano. La struttura è gotica e la facciata rinascimentale, creata da Leon Battista Alberti. All’interno, si comprende l’evolversi dell’arte pittorica: le opere di Giotto e Duccio da Boninsegna, ancora radicate alla prospettiva medievale, vengono contrapposte alla razionalità prospettica e calcolata matematicamente di Brunelleschi e Masaccio. Pranzo libero. Nel pomeriggio vista del Museo degli Uffizi L’edificio vasariano, che ospita le collezioni, è un’opera d’arte. L’itinerario affronterà le sale con opere pittoriche del Tre – Quattrocento. Cena e pernottamento in albergo.

  4. 44° giorno 03 Settembre Firenze/Borgo San Sepolcro/Urbino

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena
    Partenza per Borgo San Sepolcro la città di Piero della Francesca: Le sue opere sono sospese tra arte e geometria e vi confluiscono questioni teologiche, filosofiche e d’attualità. La sua opera fece da cerniera tra la prospettiva geometrica brunelleschiana, la plasticità di Masaccio e la luce che schiarisce le ombre e intride i colori di Beato Angelico. Visita del Museo Civico. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio visita, a Monterchi, dell’affresco “Madonna del Parto”. Proseguimento per Urbino. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

  5. 55° giorno 04 Settembre Urbino

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena
    Visita con guida. La teoria su cui si basava il rinascimento era semplice: l’uomo doveva rimpossessarsi della città, ritrovarsi al centro di essa. Come Ferrara, anche Urbino, ebbe la possibilità di un rinnovamento urbano massiccio trasformandosi, da città medievale, fortificata e tortuosa in città rinascimentale, dominata dalla razionalità costruttiva, divenendo modello da seguire e luogo di studi prospettici per architetti e pittori. L’itinerario giornaliero si svilupperà intorno al palazzo dei Duchi di Montefeltro, prima dimora principesca rinascimentale e fulcro urbano della città. Visita del palazzo e delle sale Tre e Quattrocentesche della pinacoteca. Pranzo in ristorante e rientro a Brescia, Bergamo, Milano previsto in serata

a partire da 840 € a persona

Chiama un nostro operatore

Dal lunedì al venerdì
9-13 e 14-18

0039 02-7259931