Cammini

Se la Chiesa è definita dal Concilio Vaticano II, popolo di Dio in cammino”, se i discepoli sono quelli che “vanno dietro” al Maestro, dobbiamo pensare che il camminare ed il cammino in se, non siano solo una pratica fisica ma attività che in qualche modo aiutano ad entrare in relazione con Dio. I nostri cammini hanno come obiettivo le tombe dei santi o degli apostoli (Santiago), la cattedra di Pietro (Roma) o il sepolcro vuoto di Gesù (Gerusalemme), raggiunti con lo spirito dei discepoli di Emmaus che poterono confessare a sé stessi che «…ardeva … in noi il nostro cuore mentre egli conversava con noi lungo la via, quando ci spiegava le Scritture»

Esperienze

Attraverso i paesaggi verdeggianti della Galizia, si potranno percorrere I km del Cammino di Santiago e, all’arrivo, ottenere l’agognata “Compostela” (il documento
Un cammino in TERRA SANTA da Nazareth a Gerusalemme guidati dal Vangelo di Luca
Al volgere del primo millennio, numerosi pellegrini attraversavano l'Europa per recarsi in preghiera alla tomba dell'Apostolo Pietro a Roma oppure per

PER ALTRE DESTINAZIONI : richiedi informazioni